lunedì 26 agosto 2019

AMO LEGGERE: LENA E LA TEMPESTA

lunedì 26 agosto 2019


Sono una fan di Alice Allevi.
Mi sono sempre divertita nel leggere le giornate della dottoressa Allevi
una specializzanda in medicina legale, ed ho sorriso alle sue disavventure che,
pur coinvolgendola in situazioni al limite del paradosso, vedono però una ragazza caparbia e determinata che porta avanti con serietà i propri studi ed il proprio lavoro.

Sicuramente molti di voi la conosceranno,
se non per la lettura diretta dei romanzi forse per aver visto la serie televisiva che li ripropone,e che ha avuto largo successo di pubblico.

Leggendo del nuovo libro pubblicato dalla scrittrice Alessia Gazzola , non ho esitato ad acquistarlo per seguire l'autrice in questa nuova strada del suo raccontare.





 LENA E LA TEMPESTA

Questo è il titolo del romanzo.
Vi dico subito che è un libro unico e non fa parte di nessuna serie ne si ricollega alla precedente.
Leggendolo sono rimasta un pochino delusa, non perchè sia scritto male,
anzi l'autrice sa raccontare bene i luoghi come in un dipinto e la narrazione scorre facilmente, ma non sono riuscita ad entrare in empatia col personaggio di Lena,
sono rimasta come sospesa ad osservare sperando che da un momento all'altro succedessa qualcosa che me la facesse sentire piu viva e vera.



La storia racconta di Lena una illustratrice di libri che sta attraversando un momento di crisi lavorativa e si rende conto che è giunto per lei il  momento di dare una svolta alla sua vita e lo fa accettando di recarsi sull'isola di Levura dove c'è la casa lasciata in eredità da suo padre .

Sono anni che non ritorna in quella casa che l'aveva vista felice nella sua adolescenza, fino a quel tragico giorno di anni fa.
La sua vita era stata sconvolta da un brusco risveglio, da chi aveva approfittato della mancanza dei suoi familiari e degli amici per aggredirla e violentarla nel suo letto.
Il dolore e l'angoscia era stato tale da renderla immobile e inerme nelle mani del suo assalitore, senza neanche riuscire a capire chi fosse stato a compire quel gesto poichè i suoi genitori amavano circondarsi sempre da tanti amici durante le estati che trascorrevano sull'isola.

Questo tragico segreto che Lena ha sempre tenuto nascosto ha però sconvolto la sua vita e cambiato per sempre il suo carattere, portandola a fingere sempre, con tutti,
senza mai svelare il suo dolore o il suo vero io a chi la conosceva.
Ha minato  il suo rapporto con gli uomini che lei non ha saputo mai accettare,
rimanendo sempre distaccata e mai facendosi coinvolgere emotivamente.

Ma in quella casa ogni piccolo oggetto, ogni angolo la riporta indietro alla sua adolescenza, alle sue emozioni, ai suoi ricordi .

Lei crede di essere lì solo per affittare la sua casa e riposarsi,
per chiarire i suoi dubbi lavorativi,
ma capisce che non può sfuggire a quei ricordi anche se vorrebbe tanto farlo
perchè sull'isola incontra Tommaso e capisce che può essere l'uomo che sente di poter amare pienamente.

Dolorosamente e faticosamente,
dopo un nuovo tragico avvenimento che le svelerà l'identità del suo violentatore,
capirà che deve accettare consapevolmente quei ricordi difficili,
che non si pu sfuggire ai propri demoni ma si devono affrontare e sconfiggere,
per accettare un nuovo futuro ricco di promesse, insieme a Tommaso
che le è vicino con delicatezza e senza imposizioni.

Vi auguro buona lettura.

Eli




2 commenti:

  1. Devo ammettere che non sono un'amante del genere, i miei gusti vanno decisamente verso la fantascienza/fantastico/apocalittico ^_^ Ma questo libro ha una bella trama forte... Sono quasi tentata di chiederti il nome del malfattore, ma non credo che gli altri lettori gradirebbero :D

    RispondiElimina
  2. Ah Simona ma tu vai dritto alla fine? Così non c'e gusto!
    Io di solito amo leggere i gialli e thriller ma anche quelli di fantascienza mi interessano.
    Non amo tanto il genere rosa ad eccezione dei grandi romanzi d'amore tipo Jane Eyre.
    Un abbraccio ♥


    RispondiElimina