sabato 27 luglio 2019

AMO LEGGERE : IL GIOCO DI GERALD

sabato 27 luglio 2019


Amo leggere specialmente d'estate nel silenzio dei pomeriggi assolati.

La lettura mi fa viaggiare con la fantasia e mi porta in mondi sconosciuti.

Adoro il genere giallo- thriller, non tanto il genere horror e tra questi il re del brivido è sicuramente  Stephen King ma  tra i tanti titoli della sua bibliografia ho scelto di leggere quelli non tanto horror e tra questi mi è piaciuto tantissimo
                 
                                   

IL GIOCO DI GERALD

Quella non era la prima volta che Gerald sottoponeva la moglie a giochi erotici per ravvivare un'unione ormai spenta .
Nell'isolata casa sul lago, in una tiepida giornata autunnale, Jessie si piega, riluttante, ad una delle ennesime fantasie sessuali del marito.
Ammanettata al massiccio letto di legno, ribellandosi improvvisamente a quella umiliante imposizione, tenta di allontanare con un calcio l'eccitato partner che si affloscia privo di vita, stroncato da un attacco di cuore.
Per Jessie è il primo passo in un labirinto di terrore.
Immobilizzata e angosciata, impossibilitata a raggiungere qualsiasi strumento utile alla propria liberazione cade in preda ad un vortice di confusi pensieri , febbrili voci interiori che si accavallano,oscuri demoni del passato che prendono consistenza dentro di lei.
In un alternarsi di acute sensazioni fisiche, i crampi dovuti alla posizione e il dolore per le escoriazioni ai polsi, e allucinazioni, tra lampi di pazzia a sprazzi di lucidità, Jessie deve affrontare due inquietanti visitatori, un affamato cane randagio e un'mbra mostruosa e irreale che fa capolino all'ingresso della stanza e che non sa se è frutto della sua angoscia o è reale.

E' davvero una trama particolare, un romazo claustrofobico come viene definito da molti, perchè si svolge tutto in una stanza ma che vi tiene imprigionati nella lettura.

La tensione cresce sempre più perché sulla donna sconvolta incombe la morte lenta ed agghiacciante ma non è tutto perché arrivano dolorosi ricordi della sua infanzia a ghermire la povera Jessie .
I ricordi del passato che aveva tenuto ben lontani, nascosti  in un angolo della sua mente a cui non voleva accedere, ora riaffiorano violentemente superando tutte le barriere che aveva eretto, ma è proprio il riaffiorare alla coscienza di un morboso e antico segreto che le offre un insperato appiglio e la spiegazione capace di condurla alla salvezza .


Buona lettura


Eli






2 commenti:

  1. oh ma che trama interessante, è proprio il genere che mi piace....mi ha molto incuriosita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fiore scusami se ti rispondo solo adesso ma questa estate cosi calda mi sta davvero mettendo fuori uso.
      Mi fa piacere averti suscitato interesse e spero che dopo averlo letto mi farai conoscere le tue impressioni.
      Un abbraccio
      Eli

      Elimina