decoupage


Il decoupage non è stato sempre presente nella mia vita ma l'ho scoperto alcuni anni fa e da allora  è come se qualcuno avesse lanciato nella mia esistenza tanti coriandoli colorati.

Il decoupage mi fa vedere il mondo a colori anche quando è solo in bianco e nero e così ogni giorno c'è sempre un pensiero creativo che mi accompagna.



La tecnica decorativa del découpage è stata utilizzata già dal '500 in Cina per decorare le particolari lampade e poi  introdotta in Italia dai mobilieri veneziani del '700 e consiste nel ritagliare illustrazioni e usarle come decorazioni su mobili ma anche su tutti i tipi di superficie quali legno, marmo, vetro, plastica,metallo, tele, ovali, tegole con tecniche diverse :
pittorico, craquelé, trompe l'oeil, stencil, découpage base con carta,  découpage con e su tessuto.

Una volta ritagliate le decorazioni prescelte e stabilita la composizione finale, si incollano sull'oggetto  con colla del tipo vinilica o colla velo.


Le immagini di solito sono ritagliate dalla carta per decoupage , tovaglioli di carta o  carta di riso , che si trovano facilmente in commercio .

Sono carte molto  sottili perché non deve  essere percepibile al tatto, quando si passa la mano sulla composizione, lo scalino tra l’ immagine ed il supporto su cui è applicata tanto da sembrare dunque dipinta .


La composizione  viene integrata  con colori, sfumati o ombreggiati ,DECOUPAGE PITTORICO, riprendendo i colori della composizione e creando ombre per dare profondità all’immagine .
Si utilizzano colori acrilici che vengono usati più sfumati servendoci di acqua o più densi in base all’effetto voluto.
Bisogna naturalmente dotarsi di pennelli di varie misure e forme,piatti o a punta o a scalpello per effetti diversi.

Se invece utilizziamo come base della composizione cere,paste  o vernici particolari in moda da dare consistenza si parla di DECOUPAGE MATERICO. Si  possono adoperare  paste  o  vernici tali da creare effetti materici o effetti ad imitazione di materiali come legno, terracotta, metallo ect.
Si procede poi  con  successive passate di vernice e di carteggiature per rendere la superficie uniforme.

Se utilizziamo resine bicomponenti possiamo anche inserire nella composizione elementi quali fiori, perline, glitter , elementi a rilievo per avere un effetto 3d

Naturalmente a seconda del tipo di supporto che utilizziamo per il decoupage bisogna prima procedere a preparare la base e quindi usare dei primer o fondi adatti alla superficie che tratteremo e se   si tratta di legno deve essere anche opportunamente carteggiato ed preparato per la coloritura

Come finiture si possono usare vernici lucide, opache o satinate o il craquele,detto anche craklè , composto di due vernici che, sovrapposte, creano screpolature più o meno ampie, da evidenziare con bitume o polvere d'oro e che da il caratteristico effetto fessurato di un oggetto usurato.
Si pùo utilizzare la foglia oro o la tecnica del foiling in cui tramite opportune vernici si fa aderire la patina dorata al supporto e si crea un effetto anticato oro.

Per finire tutta la composizione va protetta con vernice di finitura  che può  essere opaca o lucida o satinata, e stesa  con varie passate per coprire bene il tutto.

Come finiture si possono usare vernici lucide, opache o satinate o il craquele,detto anche cracklè composto di due vernici che, sovrapposte, creano screpolature più o meno ampie, da evidenziare con bitume o polvere d'oro e che da il caratteristico effetto fessurato di un oggetto usurato.
Si pùo utilizzare la foglia oro o la tecnica del foiling in cui tramite opportune vernici si fa aderire la patina dorata al supporto e si crea un effetto anticato oro.










Nessun commento:

Posta un commento